Ex archivis. Pagine curiose di cui nessuno vi parlerà.

Siamo ora in grado di riprodurre un documento (1) a cui avevamo accennato in un post di qualche tempo fa [ https://sacramentumfuturi.wordpress.com/2015/06/16/un-biblista-bacia-la-scrittura-niente-di-strano-a-meno-che-quella-scrittura-non-sia/ ].

Si tratta del resoconto scritto di un aneddoto curioso, riguardante la ricezione di un desiderato fascicolo del testo emendato dello schema di costituzione, durante una delle adunanze della Commissione Conciliare De Liturgia. Ci pareva significativo – come parve all’estensore della lettera, il Segretario della stessa Commissione – registrare l’incosueta reazione di un vescovo biblista, che dimostrò simbolicamente di non venerare con adorazione solamente i testi Sacri dell’Antico e del Nuovo Testamento, ma di attribuire analoga importanza al testo della Costituzione liturgica, esprimendo tale venerazione, baciandone il fasicolo.

Lettera di Antonelli a Lercaro

 ______

(1) Archivio Lercaro, AGL. A. CCCXLVIII.

Riposo estivo..e riposo eterno

I lettori più assidui si saranno accorti del “silenzio” del blog. Si tratta di una salutare pausa estiva. Che interrompiamo oggi dal santuario francescano della Verna, il luogo dove santo Francesco ricevette il dono straordinario delle stimmate. In questo luogo sto passando un tempo di riposo e preghiera, nel romitorio delle Stimmate.
Ogni giorno passo davanti alla lapide sepolcrale del Cardinale Fernando Antonelli, che volle essere sepolto nel suo amato convento.
Ricordiamo che Antonelli fu Segretario della Commissione Conciliare De Liturgia. La storia della Sacrosanctum Concilium è legata, dunque, anche a lui.
Lo ricordiamo nel giorno della sua nascita al cielo, dal luogo dove le sue spoglie mortali riposano nell’attesa della risurrezione della carne.
Nonostante il riposo che mi sono proposto, non ho potuto fare a meno di dare uno sguardo all’archivio del convento, dove sono conservate alcune carte dell’Antonelli e dove ho attinto interessanti note, di cui diremo prossimamente.
Nel frattempo, buon riposo estivo. E un requiem aeternam alla memoria di Antonelli.

image

image